Home / Fitness & Salute / Pronto a diventare un runner?

Pronto a diventare un runner?

Pronto a diventare un runner?

Stai pensando di cominciare a correre o magari hai già fatto qualche uscita approfittando della primavera? Sappi che sei sulla strada giusta per dare una svolta (positiva! ) alla tua esistenza. Il running ha infatti fama di essere uno sport “per la vita”. Perché? Semplice, quando si comincia a correre e si sperimentano i benefici del running per la salute, la linea, la condizione fisica e la mente, non si smette più….

Quello che però è fondamentale è cominciare nel modo giusto, sapendo che la parte più difficile sarà arrivare alla prima mezz’ora di corsa continua. Una volta tagliato questo traguardo, infatti, è come se si sbloccasse un meccanismo e, vedrai, diventa poi facilissimo arrivare  ai 40, ai 50, ai 60 minuti di corsa no stop.

STEP 1: Segui le tabelle al link di fine articolo

Come fare dunque per arrivare al traguardo dei 30 minuti? Semplice, innanzitutto segui la prima delle collaudate tabelle di allenamento che trovi in queste pagine. In sole 4 settimane ti porterà a centrare il tuo obiettivo senza eccessiva fatica e senza farti rischiare infortuni. Anche se può sembrarti facile, seguila senza bruciare le tappe. Rispetta l’alternanza dei tratti di corsa e dei tratti di cammino, in modo da dare ai tuoi tendini, ai tuoi muscoli e alle tue articolazioni il tempo necessario per abituarsi ai carichi della corsa. Una volta arrivato ai 5 km no stop, se avrai voglia di allungare potrai passare alla seconda tabella che in sole 4 settimane ti permetterà di tagliare anche il prestigioso traguardo dei 10 km.

STEP 2: GODITI LA CORSA

Che significa eliminare tutte quelle situazioni che possono rovinare le tue uscite. Quali possono essere? Principalmente quattro, tutte gestibili in modo semplice.

Scegli le scarpe giuste.

Le scarpe che utilizzi per correre devono innanzitutto essere del numero giusto (tra il piede e la punta della scarpa dev’esserci un po’ di spazio affinché l’unghia non batta dolorosamente ad ogni appoggio). Inoltre, devono essere adatte alla forma del tuo piede, non devono stringere o sfregare in alcun punto, ma neanche risultare troppo larghe da ballarci dentro. All’inizio possono anche andare bene quelle “simil running” che hai già in casa, ma dopo qualche settimana dovrai optare per un vero modello da corsa, adatto al tuo tipo di appoggio, al tuo peso e anche alla tua andatura.

Previeni gli sfregamenti.

Le zone della pelle più a rischio durante la corsa sono il giro ascella, l’interno coscia i capezzoli. Indossare maglie o pantaloni/pantaloncini in tessuti “ruvidi” o in materiali non traspiranti, con cuciture in rilievo, che formano pieghe, che comprimono o comunque sono troppo stretti, possono causare fastidiosi (e dolorosi!) arrossamenti e irritazioni. Se lo sfregamento è il frutto di un contatto pelle contro pelle, come accade facilmente nell’interno coscia, può essere utile applicare sulla zona un po’ di vaselina o di crema lubrificante. Il comfort non è un optional per un runner.

Non coprirti troppo.

Quando corriamo il nostro corpo produce calore e la temperatura interna si alza. Bastano pochi minuti di corsa per scaldarsi in inverno, figurarsi nella bella stagione!

Non fare dunque l’errore di coprirti troppo, l’ideale sarebbe iniziare a correre sentendo un po’ di freddo. Lascia perdere calzamaglie lunghe e felpe, ti ritroveresti in breve tempo a sudare copiosamente e ad andare in ebollizione. Opta piuttosto per dei capi tecnici da running, leggeri e traspiranti, che ti terranno fresco e asciutto, e soprattutto non indossare giacchino impermeabili con l’obiettivo di perdere chili sudando. Correndo con il k-way non si perde nemmeno un grammo di grasso. Il calo di peso che appare sulla bilancia al termine dell’uscita di corsa è dovuto esclusivamente alla perdita di acqua e sali e si riacquista tutto alla prima bevuta. In compenso si rischia il colpo di calore.

Guardati intorno.

Non correre con lo sguardo basso, fissando il fondo stradale, senza accorgerti di quello che ti circonda. Gioco forza finirai per essere concentrato sui tuoi pensieri e sulla fatica che stai provando. Per vivere bene la corsa, alza la testa, lascia che lo guardo spazi sul paesaggio, sulla natura che stai attraversando. I minuti passeranno molto più in fretta, ti sentirai più in armonia col pianeta e anche più vivo. Buone corse!

Da 0 a 5 Km —  Da 5 a 10 Km

CRISCENTI Cosimo

CRISCENTI Cosimo
Tessera n. LC003539